Skip to content
You are here:Home arrow Artículos arrow Books/Magazines arrow I soldatini in edicola: Dadi&Piombo n.21


I soldatini in edicola: Dadi&Piombo n.21
(0 voti)
Escrito por Storti   

E’ in distribuzione in questi giorni il numero 21 della rivista Dadi&Piombo, trimestrale dedicato al wargame e alle svariate materie d’interesse ad esso collegate: soldatini, storia, uniformologia, ecc.

Anche su questo numero è presente un articolo espressamente dedicato al settore delle produzioni in plastica in scala 1:72, nell’ambito della consueta rubrica “Dadi&Plastica”, inaugurata sul numero 19. Dopo italiani WWII e samurai, ho scelto questa volta di occuparmi di un’altra epoca ancora, al fine di dare ai tanti appassionati un quadro quanto più variegato possibile del mercato dei soldatini di plastica. Nell’articolo “The Patriot and the Redcoat” ho pertanto concentrato il mio sguardo sui figurini dedicati alla Guerra di Indipendenza Americana, offrendo una rassegna che parte dai primissimi set Airfix e dagli ormai non più troppo giovani Accurate/Revell dei primi novanta, per arrivare fino alle ultimissime novità previste o appena uscite.

Mi piace in proposito evidenziare un fatto. E’ già la seconda volta che mi capita di essere sorpassato in volata da novità uscite pochi giorni (o al più qualche settimana) dopo la consegna del pezzo al direttore Lorenzo Sartori.

Parlando dei samurai, ero riuscito soltanto ad accennare sommariamente al set Caesar Miniatures, che mentre scrivevo non era ancora stato distribuito, e mi ero visto poi completamente sopravanzato dall’annuncio della Zvezda relativo ad un set di prossima realizzazione sullo Stato Maggiore samurai (senza contare il castello di foggia giapponese). Questa volta sono stato “battuto” dai fanti (granatieri e dragoni smontati) inglesi usciti poco dopo la messa in stampa della rivista e da me soltanto annunciati; a breve si spera arrivino anche le tanto attese novità Italeri -ma in questo caso sappiamo che i tempi sono sicuramente più lunghi, e quindi il mio annuncio pre-lancio sicuramente non invecchierà troppo presto.

Tutto ciò per dire che stiamo vivendo veramente un momento magico per la produzione di 1:72 in plastica, nulla di lontanamente paragonabile a quanto visto per svariati decenni. Naturalmente un’offerta così ampia e tumultuosa va analizzata con occhi diversi rispetto a quelli del passato. Fianco a fianco giungono sui nostri tavoli soldatini spessissimo diversi fra loro per fattura, plastica, dettaglio, aderenza storica e prezzo.

Si passa tranquillamente dal piccolissimo produttore artigianale, la cui passione a volte non riesce ad essere eguagliata dai risultati, certamente non per sua colpa, fino alla grande casa produttrice che offre serie complete (o quasi) di set, inquadrati in un preciso periodo storico e magari persino concepiti per essere utilizzati con uno specifico regolamento di gioco, con tanto di accessori e mezzi correlati prodotti dalla stessa grande marca.

Insomma, un settore che è diventato ancora più bello, a mio parere, proprio perchè è vario e offre enormi possibilità di scelta e approfondimento, impensabili fino a non troppi anni fa.

Ma torniamo a questo punto al numero 21 di Dadi&Piombo e vediamo più nel dettaglio i temi trattati. Giusto per non allontanarci troppo dalla beneamata plastica, si comincia subito con uno scenario appositamente studiato per il sistema di gioco AlzoZero “Operation Overlord” e, più specificamente, per la recentissima espansione ufficiale “Paratrooper Attack”; lo scenario è presentato dallo stesso autore del regolamento, il noto Massimo Torriani, e si intitola “Un ponte sul fiume Merderet”.

Gian Luca Pinardi, del club “La Grande Armée” di Parma, racconta le premesse storico-militari della battaglia napoleonica di Sacile (1809), e offre la cronaca del wargame con cui è stato rigiocato lo scontro, correlata degli ordini di battaglia dettagliati per il regolamento “Eagles”. Lo stesso schema viene seguito dal club Wa.Sp. (Wargame Spezia) per affrontare un’altra battaglia dello stesso anno, Aspern-Essling. In questo caso il regolamento scelto è stato “Advanced Shakò”. Da notare che il wargame in questo caso è stato giocato con la bellezza di 1600 soldatini in plastica di varie marche a noi ben note, ampiamente riconoscibili nelle belle foto poste a corredo del pezzo (i Wargamers spezzini si erano già resi protagonisti di similari ricostruzioni storiche plastic-oriented, come quella di una notevole Gettysburg recensita sempre da D&P qualche tempo fa).

Un redazionale illustra poi nei dettagli il nuovo regolamento “Impetus” di Lorenzo Sartori, con considerazioni tecniche e pratiche sullo spirito versatile di queste regole, attualmente previste per il medioevale, ma già in corso di espansione verso l’epoca antica e quella rinascimentale (non si può vivere solo di DBA e soci :). La presentazione di “Impetus” è seguita da un pezzo dedicato a Svevi, Angioini e Aragonesi in Italia (1190-1300), con una scheda elencante le rispettive liste esercito pensate ad hoc per il suddetto regolamento.

Franco Verdoglia ricostruisce il contesto storico in cui avvenne nel 1578 ad Alcazar Quivir la cosiddetta Battaglia dei Tre Re, episodio a metà strada fra colonialismo europeo (nello specifico, portoghese) e Crociata. Come di consueto, la descrizione della battaglia è corredata da ordini di battaglia, in questo caso predisposti per i regolamenti DBA, DBR e “Armati”.

Nel numero 21 di D&P trova spazio anche l’antichità. Un primo articolo di Maurizio Marini, del club “Il Giglio e il Leone” di Bassano, si sofferma sulla battaglia di Tapae del 101 d.C., scontro poco conosciuto in cui i romani imperiali di Traiano sconfissero i Daci di Decebalo. Anche qui ordini di battaglia, per “Armati”.

Stefano Izzo, del club “Legio fidelis” di Catania, offre invece un excursus tecnico sul mondo del 6mm, con specifico riguardo alle Guerre Puniche: decisamente suggestive le fotografie che illustrano il pezzo e che raffigurano la disposizione iniziale delle truppe in uno scontro campale fra romani e cartaginesi.

Arrigo Velicogna si sofferma sull’offerta di figurini in 28mm per la Guerra di Secessione Americana; l’articolo avrà un seguito prossimamente, dato il consistente numero di soldatini recensibili. Chiude infine la tradizionale rubrica di Valerio “Conan” Laurenzi, “Parola di Conan”.

Mi sembra più che giusto ricordare che le mappe 3D in stile Osprey, poste a corredo di alcuni articoli, sono opera del nostro caro Enrico Ricciardi.



La rivista, oltre agli articoli segnalati, contiene recensioni di volumi, riviste e regolamenti, uno spazio per il mercatino e uno per la posta dei lettori, nonché notizie su tornei e convention e sulle nuove produzioni del mercato delle miniature, con un box apposito per il settore dell’1:72 in plastica. Da segnalare il bando di gara per “Sculpt Attack”, I° Concorso Nazionale di Scultura di Miniature da Wargame, organizzato congiuntamente da D&P e Miniature&Co. Sempre ricco infine lo spazio riservato agli inserzionisti (anche del settore della plastica): immagini, indirizzi, prezzi, novità e tante altre informazioni utili per tutti gli appassionati.



La rivista viene distribuita in abbonamento postale al prezzo di Euro 24,80 annui per quattro numeri (ricordiamo che gli utenti registrati di SoL possono abbonarsi al prezzo di 22,00€ e acquistare 3 annate arretrate a 50€ invece di 75€ -NdR). Per informazioni e per numeri arretrati tel. 339-3271101 ; fax 02-5469332 ; e-mail Esta dirección de correo electrónico está protegida contra los robots de spam, necesita tener Javascript activado para poder verla ; web www.dadiepiombo.com .

La rivista è inoltre disponibile presso molti negozi specializzati, al prezzo di Euro 6,20 la copia; ecco dove:

BLUES BROTHERS - Via Calari, 23B - BOLOGNA

DRAGON BOLOGNA - Vicolo Cattani, 5/B - BOLOGNA

WARGAME.IT - Via Pontirolo, 25/B - FARA GERA D’ADDA (Bergamo)

BLUES BROTHERS - Via Alemanni, 37 - FIRENZE

STRATAGEMMA - Via dei Servi, 15R - FIRENZE

BLUES BROTHERS - Via Rivale, 15R - GENOVA

FANTASYLANDIA - Via Diaz, 12 - GORIZIA

BLUES BROTHERS - Via Archimede, 6 - MILANO

DEFCON 0 - Via Settembrini, 20 - MILANO

GIOCHI DEI GRANDI - Via San Clemente - MILANO

GOBLIN - Via della Palla, 3 -MILANO

LIBRERIA MILITARE - Galleria Borella - MILANO

EDICOLA PEDROTTI - c/o Iper Montebello - Via Mazza, 50 - MONTEBELLO (Pavia)

DRAGON RAVENNA - Via G. Rasponi, 41 - RAVENNA

CHIMERA - Via San Carlo, 11/a - REGGIO EMILIA

DRAGON ROMA - Piazza delle Crociate, 18 - ROMA

STRATEGIA & TATTICA - Via Cavour, 250 - ROMA

DRAGON SASSUOLO - Via Radici in Piano, 48 - SASSUOLO

GIO’&CO. - Via Diacceto, 12 - SIENA

MICROMONDI - Corso Monte Cucco, 129/7 - TORINO

FANTASYLANDIA - Corso Italia, 6 (galleria) - TRIESTE

FRANCO MODELLISMO - Via Alpini, 2 - NOGARA (Verona)

DOMINIO - Via Gorizia, 1/A - VICENZA

MESTICHERIA EROS - c/o C.C. I Ciliegi, Via Di Mezzo, 142 - VIGNOLA (Modena)