Skip to content
You are here:Accueil arrow Galleries arrow Il Rivoltoso


Il Rivoltoso
(16 voti)
╔crit par Giuseppe Condorelli   

IL RIVOLTOSO

La Storia:
Filippo V di Borbone, Re di Spagna, rivuole il trono delle Due Sicilie, in parte in mano asburgica in parte in mano piemontese (Regno di Sicilia).
L'armata spagnola si mette in moto puntando alla Sicilia. Il 1 luglio 1718 la flotta spagnola era al largo di Palermo.  
La guarnigione Palermitana (in tutta la Sicilia c'erano 10000 soldati sabaudi) è intimata alla resa dal comandante spagnolo, il fiammingo Marchese di Leyde.
Il vicerè Annibale Maffei, vista la disparità di forze, lasciato un presidio a Termini e al castello di Palermo, con 400 funzionari e 1400 uomini (1° Guardie, 2° Savoia, 1° Hacbrett, 5 sqr Dragoni di Piemonte) tentò di raggiungere Siracusa per Piana dei Greci, Corleone, Vicari e Vallelonga.
Gli spagnoli intano erano entrati da liberatori in Palermo. Il Tenente Carlo Morello (del Rgt Guardie), con 5 compagnie dalla Marina resisteva nel castello, ma  il 13° si arrese.

Lettura consigliata:
Ilari, Boeri, Paoletti, "Tra i Borboni e gli Asburgo", Novara 1996

La basetta:
questa basetta rappresenta un momento dell'assedio di Palermo, dove un rivoltoso tenta di sorprendere dei piemontesi del rgt La Marina (sergente e soldato semplice).
Per il rivoltoso ho utilizzato il trombettiere inglese napoleonico della Esci con adeguate modifiche, mentre per i due piemontesi ho utilizzato un fante e un sergente dei granatieri russi del regimento pavlov, napoleonici, scatola Italeri.