Skip to content
You are here:Accueil arrow Articles arrow Jeux de Guerre arrow Realizzare una basetta per Impetus in 1/72


Realizzare una basetta per Impetus in 1/72
(5 voti)
Écrit par Stefano Marzi   

Ciao a tutti,
Sono Stefano Marzi, mi ripresento dopo il concorso fotografico impetus 2005 ove grazie ai vostri voti mi sono aggiudicato un abbonamento di un anno a Dadi&Piombo (a sinistra l'immagine della basetta vincitrice - Ndr).
Devo dire che grazie a questa iniziativa di SOL mi è venuta la motivazione a continuare questo tipo di imbasettamento anche per i soldatini che avevo già dipinto in passato.

Provare per credere, questo sistema offre davvero la possibilità per i dioramisti amanti degli 1/72 in genere di creare scenette di esercito modulari che arrivano a formare delle unità dinamiche e molto realistiche.
In effetti mi è capitato di frequentare delle rappresentazioni di 'Living History', ovvero momenti ricreativi di antiche battaglie campali in scala 1:1 (partecipanti reali).
Ho visto riprodotti degli schieramenti romani e celti che si fronteggiavano e ho capito pur nella finzione dell'episodio ludico, come le figure umane reali tendono a proteggersi l'un l'altre prima dello scontro e per così dire ad ammassarsi in certi punti.
Devo dire che Impetus permette di provare la stessa cosa sulla scala 1/72.



L'importante è non economizzare in soldatini: ad esempio se si vuole ricreare una basetta di fanteria pesante romana o greca bisognerà tenere conto che la coesione e la copertura fornita dallo scudo del compagno è importantissima quando serve sul campo di battaglia.
Per spirito di conservazione, i greci tendevano ad esempio a spostarsi sulla destra per cercare ognuno riparo sotto lo scudo del compagno.

I celti che fronteggiano un assalto compatto del manipolo dei legionari tenderanno a chiudere gli scudi per opporre una forza di pari impatto: è umano e sperimentato anche nella finzione della 'Living History'.



Allora mi sono detto perché non ricreare un esercito antico modulare stile impetus che mi dia una sensazione di 'patos' e di 'otysmos' prima dello scontro fisico?
Essendo da anni pittore di 1/72 ho provato ad imbasettare in questo modo le mie 'scorte' e visti i primi risultati continuo tuttora a dipingere i nuovi già pensandoli in questo modo.



Certo tutto ciò significa anche cercare coerenza e dialogo tra le pose che si vogliono schierare. Ogni basetta è quindi un progetto a se che deve esprimere una sua vita da sola e con le altre basette che compongono l'esercito. Solo allora avremo ricreato in scala 1/72 un esercito antico che ci dia emozione ludica e storica.

Io almeno ci ho provato e invito voi a fare altrettanto.



Nel frattempo allego qualche foto della mia collezione sperando che vi piacciano.
Alla prossima!
Stefano