Skip to content
You are here:Home arrow Forum
*
Il Forum di SoL
Benvenuto/a, Ospite
Prego Accedi o Registrati.    Password dimenticata?
Addio Comandante Diavolo! (1 in linea) (1) Ospite
Vai alla fine della pagina Preferiti: 0
Discussione: Addio Comandante Diavolo!
#7500
pikos (Utente)
20 mm
Messaggi: 665
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Re:Addio Comandante Diavolo! 10 anni fa  
Beh...se inizio a parlare io dei giornalisti e di come si filtrano le notizie (e perché), ci fanno chiudere il sito...
Spostiamo il discorso su un altro piano, quello dell'"affettività".
Taricchione era amato. Ed era un'icona ideale (e fattiva), oltre che del fascismo estremo, di tutto un mondo che ha bisogno di eroi a propria immagine. Ovvero del self-made man tamarro e strafottente che vuole bene a mamma e nonna che è la moda di oggi. E di una certa immagine che il fascismo d'altri tempi voleva promuovere tra (per) gli italiani.
Guillet era (ed è stato) invece un uomo che ha saputo avanzare, migliorarsi. Il suo "codice" è nettamente più elevato di quello di Taricchione. E quindi NON alla portata di tutti (anche perché partiva da basi economico-sociali più elevate che già rappresentano il "punto d'arrivo".
Naturale quindi che la sua figura sia apprezzabile da coloro che se ne fregano del'immagine sociale o, meglio, di quello che la gente può pensare di azioni "inconsuete".
In poche parole: fare il profugo arabo te lo fai per te (senza fregartene delle conseguenze di immagine), fare il palestrato lo fai per farti vedere (ed apprezzare).
Carlo Giuffrè (GRANDE) era invece un grande attore, purtroppo dimenticato, e ciò che NON si ricorda NON fa notizia.
Era anche la ricorrenza della Strage di Viareggio che NON deve essere notizia, perchè dimostra come sta messo male questo paese: sai mai che la gente cominciasse a spegnere la TV...
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.
#7501
SalGrav (Utente)
20 mm
Messaggi: 2503
graph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Re:Addio Comandante Diavolo! 10 anni fa  
Condivido il tuo pensiero pikos, comunque era Aldo, non Carlo.
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.
#7502
pikos (Utente)
20 mm
Messaggi: 665
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Re:Addio Comandante Diavolo! 10 anni fa  
Argh...la foga...
Spero di non averla mandata al povero Carlo

PK
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.
#7503
SalGrav (Utente)
20 mm
Messaggi: 2503
graph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Re:Addio Comandante Diavolo! 10 anni fa  
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.
#7509
Phersu (Utente)
20 mm
Messaggi: 888
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Re:Addio Comandante Diavolo! 10 anni fa  
Ecco, appunto, Q.E.D.
Un'altro importante personaggio che se n'è andato nel silenzio e nell'indifferenza dei mass media…
Non seguo assiduamente i notiziari, forse l'annuncio c'è stato ma di sicuro non è stata trattata come notizia di rilievo, a differenza delle nullità...

Volevo chiudere con la discussione, ma come si fa a stare zitti davanti a queste cose?
Dopo quanto abbiamo detto come si fa a non pensare a Giuffré nella sua magistrale interpretazione del capitano nordista ne "il buono, il brutto e il cattivo", una storia di fantasia che denunciava una situazione reale e tristemente comune (ubriacare e/o drogare i soldati per mandarli al macello), cosa di solito censurata nella maggior parte dei film e documentari cosiddetti "storici"...
Addio Aldo e grazie!

Grazie di averci informato Sasà, perché se aspettiamo le notizie che contano dai canali ufficiali stiamo freschi!
E figurati, lo so che non ce l'hai con me! E neanch'io con te!
Ormai mi conosci, su certe cose mi freno a malapena, qui fra noi mi sento libero delle mie opinioni, forse troppo visto che spesso sono un po' forti…
Comunque per me un disaccordo non può mettere in discussione l'amicizia e la stima una volta guadagnate!

Riguardo Taricone mi spiace se ho offeso qualcuno che lo conosceva o lo stimava (mi domando per cosa… ) , ma non cambio opinione su qualcuno solo perché muore…
E' anche vero che la colpa è dei mass media, ma lui nel suo ruolo ci sguazzava beato e soddisfatto, degno rappresentante e parte integrante di quella "incultura" che lo stima.
A me comunque bastavano le sue scenate omofobe e razziste per averne una pessima opinione.
Comunque non lo conoscevo bene, forse oltre ai gradi fratelli e le insulse telenovelas (dove tante nullità trovano un'occupazione, e se sono particolarmente squallide fanno carriera) ha anche ricoperto qualche ruolo di rilievo in opere importanti, mi pare impossibile ma se me lo confermate forse potrei cambiare idea…
Forse anche lui è stato "folgorato sulla via di Damasco", magari negli ultimi venti metri... ma a quel punto è tardi no? (questa era volutamente cattiva! )
Per chiudere vorrei anche dire che morire facendo per divertimento uno sport estremo come il paracadutismo per me è proprio da stupidi spacconi,
doppiamente da stupidi se si lascia una vedova e un'orfana… (mi sono informato, purtroppo non ci sono requisiti per un Darwin Award! )

In quanto alla stupidità di molti giovani è innegabile, ma anche gli adulti e i vecchi fanno la loro parte…
Le brutte storie successe a tuo nonno sono successe spesso purtroppo, ancoro oggi in forma diversa le cose restano uguali.
Che i comandanti siano dei codardi è una cosa fin troppo comune, come il mancare alla parola data, per questo dobbiamo insistere sugli esempi opposti come Guillet.
Guillet era "nato arrivato" ma è andato avanti e nel suo meglio possibile, più di quanto sia lecito aspettarsi dato che ha rischiato TUTTO in prima persona per fare quello che riteneva giusto.
Tutto il contrario degli attuali modelli di successo, poveracci e impotenti dentro, che hanno un perenne bisogno di inseguire e accumulare la ricchezza e il potere.

Riguardo l'avvertimento di Piko mi posso limitare a moderare i termini, ma non chiedetemi di stare zitto, questa schifosa situazione è colpa in gran parte della rassegnata accettazione!
Qualcosa non va e dobbiamo cambiarla, mi piacerebbe riuscirci discutendone anche animatamente in un conflitto puramente dialettico e culturale, invece che fare finta di niente e aspettare che questa malsana situazione "scoppi"... con conseguenze ben peggiori dei disaccordi e dei litigi.

Per prudenza citerò solo una recentissima affermazione di Paolo Mieli (che apparentemente non è tra i peggiori),
ebbene ha candidamente affermato: "Credo che rispetterò il mio giuramento"...
E nessuno fra tutti i politici e giornalisti presenti ovviamente ha considerato (e apparentemente neppure notato) la disonestà intrinseca di quella frase, in pratica è l'ammissione di essere uno spergiuro.
Il tutto aggravato dal contesto: erano fra personbe che dicono di considerare il giuramento un "valore" importante!

P.S. In questo caso personalmente approvo più la mentalità dei giovani,
meglio l'assenza di valori che i valori fasulli e ipocriti,
che poi vengono regolarmente manipolati e strumentalizzati per interessi malvagi e disonesti.

Il concetto stesso di giuramento fra tutti i cosiddetti "valori" è fra i più stupidi e ipocriti secondo me,
esattamente l'opposto del tener fede ai propri impegni e decidere il proprio comportamento in base al libero arbitrio.
In pratica è una comoda messinscena per chi sa di non mantenere la parola data e le promesse, e vuole sfruttare i fessi onesti disposti a farlo ad ogni costo.
Tanti allocchi ancora ci credono e ci cascano facendosi coglionare alla stragrande, inevitabilmente ai danni di qualcun'altro.

Chi è onesto e degno di fiducia non ha bisogno di giurare, l'onestà stessa delle sue azioni dimostra di meritare la fiducia, se sbaglia lo fa in buona fede e non in nome di qualcun'altro, e quando serve è pronto a correggersi e cambiare.
Per la stessa ragione decide da solo cosa è giusto e cosa è sbagliato, senza bisogno di divinità, leaders né ideologia da seguire come una pecora... E da usare come comodi alibi e giustificazioni in caso di sconfitta.
Chi è intelligente dovrebbe sempre rifiutarsi di giurare perché non si sa mai, si può sbagliare, giudicare erroneamente o essere imbrogliati, e in quel caso cambiare idea e comportamento è logico, giusto e lecito.
Vincoli come il giuramento invece servono per costringere i pusillanimi a mantenere una determinata condotta anche quando si rivela immorale.
 
Loggato Loggato  
 
Ultima modifica: 30/06/2010 15:56 Da Phersu.
  Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.
#7510
SalGrav (Utente)
20 mm
Messaggi: 2503
graph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Re:Addio Comandante Diavolo! 10 anni fa  
Ancora oggi ne hanno parlato di Taricone, che non conoscevo e non stimavo,mi era indifferente; infatti quando hanno dato notizia al tg, ho detto è che......, ora basta, ci sono cose più importanti, ne avete parlato una volta,ora non se ne può più.
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo forum è necessario registrarsi come utenti di questo sito ed effettuare il login.
Vai all´inizio della pagina